Serie D – Rifredi vs Vaiano 71-68

Arno Manetti Ascensori Rifredi – Valbisenzio Vaiano 71-68 d. 1 t. s.
Vaiano si presenta al match senza Faloci, Sanesi e Donati e paga le rotazioni più corte e la poca precisione al tiro. D’altra parte Rifredi è al via senza over a causa di infortuni e con gli under che stanno iniziando a prendersi minuti fondamentali, in particolare Goti che, nel finale, chiude la partita dalla lunetta. Le due squadre vanno a braccetto per tutto il match con strappi di al massimo quattro punti. I padroni di casa sono +3 a 15 secondi dalla fine ma Mariotti impatta con una tripla e si va al supplementare. Vaiano butta al vento tre possessi di fila, Rifredi non sbaglia e si porta a casa una vittoria più che meritata. Per Rifredi fondamentali Sarti con 21 e Boschi con 14.

Serie D – Vaiano vs Poggibonsi 60-77

Poggibonsi prende in mano il ritmo della partita già dai primi minuti con Mascagni padrone del campo. Vaiano regge il colpo, ma nel corso del secondo quarto il divario si porta a 18 punti con Rumachella che colpisce dalla lunga distanza e Borgianni in area. Al rientro Vaiano stringe in difesa e con Sanesi e il resto del roster si riavvicina fino al -10. Mascagni ferma il break facendo canestri importanti ben coadiuvato da Borgianni. A nulla vale il pressing di Poli e del resto dei Vaianesi e la partita negli ultimi 5 minuti scorre via senza troppi sussulti.

Serie D – Asciano vs Vaiano 76-70

Il primo quarto vede Vaiano un po’ sulle gambe in difesa, in difficoltà a contenere il ritmo di Fatucchi e compagni. Nel secondo quarto entrambe le difese, complice un metro arbitrale a dir poco fiscale, si allentano e Vaiano ne approfitta per ricucire sfruttando la precisione ai liberi di Faloci e Donati e la verve di Guerrini. Anche il secondo tempo segue lo stesso canovaccio. Grazie a una maggiore fisicità sotto le plance e a una difesa più arcigna Asciano riesce a dare negli ultimi minuti la spallata decisiva al match. Da segnalare 3 antisportivi, 3 tecnici e 1 espulsione in totale in una partita tutt’altro che “cattiva”.